D.Lgs. 626/94 – Allegati

Il D.Lgs 626/94 è il decreto di attuazione delle direttive CEE 89/391, 89/654, 89/655, 89/656, 90/270, 90/679 relative al miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. Con l’emanazione di questo D.Lgs si è verificata una vera e propria evoluzione nel modo di intervenire, delle leggi, sui problemi della salute e della sicurezza.

D.M. 236/89

Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche.

D.P.R. 503/96

Regolamento recante norme per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici.

D.Lgs. 123/07

Misure in teme di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro e delega al Governo per il riassetto della normativa in materia.

L. 104/92

Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.

D.Lgs. 187/05

Attuazione della direttiva 2002/44/CE sulle prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni meccaniche.

D.Lgs. 195/06

Attuazione della direttiva 2003/10/CE relativa all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (rumore).

D.Lgs. 233/03

Attuazione della direttiva 1999/92/CE relativa alle prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori esposti al rischio di atmosfere esplosive.

D.M. 10/03/98

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro.Sull’argomento si veda la Circolare 8 luglio 1998, n. 16 MI.SA.

D.Lgs. 152/06

Norme in materia ambientale, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2006 – Supplemento Ordinario n. 96.
1. Il presente decreto legislativo disciplina, in attuazione della legge 15 dicembre 2004, n. 308, le materie seguenti:
a) nella parte seconda, le procedure per la valutazione ambientale strategica (VAS), per la valutazione d’impatto ambientale (VIA) e per l’autorizzazione ambientale integrata (IPPC);
b) nella parte terza, la difesa del suolo e la lotta alla desertificazione, la tutela delle acque dall’inquinamento e la gestione delle risorse idriche;
c) nella parte quarta, la gestione dei rifiuti e la bonifica dei siti contaminati;
d) nella parte quinta, la tutela dell’aria e la riduzione delle emissioni in atmosfera;
e) nella parte sesta, la tutela risarcitoria contro i danni all’ambiente.

D.Lgs. 25/02

Decreto Legislativo 2 febbraio 2002, n.25.
Attuazione della direttiva 98/24/CE sulla protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori contro i rischi derivanti da agenti chimici durante il lavoro. (Suppl. Ordinario n. 40 – Gazzetta Ufficiale – Serie Generale n. 57 del 8-3-2002) Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

D.Lgs. 494/96

Decreto Legislativo 14 agosto 1996, n. 494.
“Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 223 del 23 settembre 1996 – Supplemento Ordinario n. 156.

D.M. 388/03

Decreto 15 luglio 2003, n. 388.
Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. GU n. 27 del 3-2-2004.